Per suggerimenti e osservazioni scrivi a:

info@storiadelleidee.it

Si ricorda a tutti i visitatori che il sito è in costruzione, ci scusiamo per i numerosi refusi causati dalla dattiloscrittura/dettatura vocale, il materiale presente deve ancora essere revisionato. Lo scopo del sito è didattico i materiali pubblicati o visibili tramite link sono di esclusiva proprietà dei rispettivi autori o gestori.

E' possibile trovare parte delle spiegazioni dei testi presenti sul sito nell'omonimo canale storia delle idee su youtube

Il sito è a cura del prof. Bernardo Croci, attualmente insegnante di filosofia presso il Liceo delle Scienze Umane Galilei di Firenze.

Amici e collaboratori stanno contribuendo alla realizzazione.

Bozzetto stilizzato scuola di Atene

Nello studiare un filosofo l'atteggiamento giusto non è né di reverenza né di disprezzo, bensì prima una specie di ipotetica adesione perché sia possibile capire ciò che egli sente, e credere nelle sue teorie, e dopo un risveglio dell'atteggiamento critico il più possibile simile allo stato d'animo d'una persona che sta abbandonando le opinioni che fino allora ha sostenuto. Il disprezzo ostacola la prima parte di questo processo e la reverenza la seconda. Due cose bisogna ricordare: che un uomo, le cui opinioni e teorie son degne di essere studiate, si può presumere abbia posseduto una certa intelligenza; e che d'altra parte è probabile che nessuno sia mai arrivato alla verità completa e definitiva su un soggetto qualsiasi. Quando un uomo intelligente esprime un punto di vista che ci sembra evidentemente assurdo, non dobbiamo tentare di dimostrare che in qualche modo la cosa è vera, ma dovremo provare a capire come mai sia successo che a lui sia sembrata vera. Questo esercizio della fantasia storica e psicologica allarga subito il campo del nostro pensiero, e ci aiuta a comprendere quanto sciocchi sembreranno molti dei nostri pregiudizi che ci sono cari ad un'età di diversa forma mentis. (B. Russell, Storia della filosofia Occidentale)

 

Il titolo del sito potrebbe sembrare generico o essere identificato con la più specifica disciplina inaugurata dagli scritti di Arthur Oncken Lovejoy, va quindi subito precisato che non si tratta né del primo caso (perché in questo sito si trattano temi specifici che riguardano lo sviluppo del pensiero occidentale) né del secondo che richiederebbe non solo una più ampia trattazione ma soprattutto un elevato rigore di tipo epistemologico e metodologico. In realtà questa dicitura fa riferimento al termine idea, eidos (εἶδος), così come concepita in prevalenza da Platone e Aristotele. Assumendo quindi come linea guida l’interpretazione di Alfred North Whitehead ovvero che tutta la storia della filosofia occidentale non è che una serie di note a margine su Platone. Il sito nasce con l’obiettivo di servire prevalentemente da supporto didattico, pertanto al rigore interpretativo è preferito quello esplicativo e sistematico. All’interno delle sue sezioni si intrecciano temi e autori del pensiero filosofico e scientifico oltre che brevi riferimenti storici utili alla contestualizzazione. Essendo un sito dedicato alla didattica i contenuti sono soggetti a continui cambiamenti, chi volesse contribuire o visualizzare i materiali in divenire può registrarsi. Purtroppo per motivi di tempo molte lezioni sosno state compilate avvalendosi del dettatore vocale per tal motivo vi sono ancora molti errori da correggere sia nelle citazioni che nelle spiegazioni, chiunque volesse aiutarci segnalandoceli ci darà un contributo prezioso. Chiunque volesse inoltrare un contributo può farlo tramite le mail del sito e se ritenuto utile sarà aggiunto alla relativa sezione riportando la fonte (ovvero l’autore) e la data di inoltro.

I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Ok