Per suggerimenti e osservazioni scrivi a:

info@storiadelleidee.it

Si ricorda a tutti i visitatori che il sito è in costruzione, ci scusiamo per i numerosi refusi causati dalla dattiloscrittura/dettatura vocale, il materiale presente deve ancora essere revisionato. Lo scopo del sito è didattico i materiali pubblicati o visibili tramite link sono di esclusiva proprietà dei rispettivi autori o gestori.

E' possibile trovare parte delle spiegazioni dei testi presenti sul sito nell'omonimo canale storia delle idee su youtube

Il sito è a cura del prof. Bernardo Croci, attualmente insegnante di filosofia presso il Liceo delle Scienze Umane Galilei di Firenze.

Amici e collaboratori stanno contribuendo alla realizzazione.

Anassimene (di cui non abbiamo date precise 590 a.c. circa al 525 a.c. circa), è il terzo pensatore della scuola di Mileto, sostituisce all’indeterminato àperion l’aria, intesa però non come l'aria che respiriamo ma come pneuma o soffio vitale https://i.imgur.com/fLQwwZ1.jpg da cui per condensazione e rarefazione si origina ogni cosa, Mason vede in questa descrizione già una sorta di teoria quantitativa degli elementi.

 

Per rarefazione il vapore si trasforma in fuoco, infatti, spiegava, quando l’aria viene alitata fuori dalla bocca appare calda, mentre sembra fredda quando viene soffiata fuori con forza. Similmente, per un processo di condensazione, il vapore dapprima si trasforma in acqua e poi in terra (Mason S.F., Storia delle scienze della natura, Milano, Feltrinelli, 1971)

 

Sulla terra riprende la teoria di Talete, ma a differenza di questo la pone anch’esso, in coerenza con la sua teoria, sospesa nell’aria e non nell’acqua. Inoltre gli è attribuito il pensiero che il cielo è duro come il cristallo e le stelle vi sono infisse come chiodi d’oro. Infatti egli sostiene che l’aria tanto più sia lontana dalla terra tanto più sia solida e rigida. Sole, Luna e pianeti non scendono mai sotto il piano terrestre ma si limitano a ruotargli attorno orizzontalmente.

Va anche aggiunto che la parola usata da Anassimene pneuma sta a significare anche respiro e spirito, non va dunque inteso necessariamente come un’involuzione rispetto alle tesi del suo maestro Anassimandro. Anche l’aria di Anassimene è illimitata e infinita. Essa rappresenta anche una sorta di anima nelle parole di Anassimene che nei frammenti suonano così:

 

Come la nostra anima, essendo aria, ci tiene uniti, così fanno il respiro e l’aria circondando l’intero universo

 

https://4.bp.blogspot.com/-Ix4eb5ph0mI/V82ENCldapI/AAAAAAAAB5g/APdJNtrwh94zGmfAfmbj8J_M4uaDEvNkwCLcB/s1600/03_Anassimene.jpg

I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Ok