Per suggerimenti e osservazioni scrivi a:

info@storiadelleidee.it

Si ricorda a tutti i visitatori che il sito è in costruzione, ci scusiamo per i numerosi refusi causati dalla dattiloscrittura/dettatura vocale, il materiale presente deve ancora essere revisionato. Lo scopo del sito è didattico i materiali pubblicati o visibili tramite link sono di esclusiva proprietà dei rispettivi autori o gestori.

Il sito è a cura del prof. Bernardo Croci, attualmente insegnante di filosofia presso il Liceo delle Scienze Umane Galilei di Firenze.

Amici e collaboratori stanno contribuendo alla realizzazione.

Questa sezione contiene i contributi relativi al periodo dell’ellenismo, che comunemente si intende dalla morte di Alessandro Magno nel 322 a.c. alla conquista romana dell’Egitto nel 31 a.c., e quelli relativi all’epoca tardo antica la cui conclusione la si può solo convenzionalmente far cadere con la deposizione di Romolo Augusto nel 476 d.c. Entrambe questi due periodi al di là delle convenzioni sono molto più labili nei confini temporali. La cultura ellenistica, infatti, attecchì a Roma e anche durante l’età imperiale ebbe autorevoli esponenti che ne arricchirono la riflessione. La scuola d’Alessandria e i centri scientifici ad essa collegati continuarono ad operare sia nel periodo ellenistico sia in epoca imperiale (se pur con discontinuità) fino all’inizio del V secolo. Nel periodo tardo antico si collocano il neoplatonismo e il neopitagorismo, ma anche la stessa patristica cristiana e i pensatori cristiani dell’epoca tarda, tale periodo pertanto può essere prolungato fino all’editto di Giustiniano nel 529 d.c. per quanto riguarda le scuole pagane ma per quello che riguarda gli autori cristiani può arrivare fino al VII secolo se si tiene conto di tutta l’Europa occidentale e non solo della penisola italica. Questo periodo pertanto è estremamente ricco perché vede al suo interno svilupparsi (e declinare) la scienza e la tecnica antica, vede la nascita e lo sviluppo di grandi tradizioni filosofiche (epicureismo, stoicismo e scetticismo) vede lo svilupparsi delle teologie pagane (neoplatonismo e neopitagorismo) e quelle legate alla tradizione ermetica, vede il nascere della cultura e filosofia cristiana, contiene i primi elementi del pensiero medioevale. I secoli che vanno dalla morte di Alessandro Magno alla dissoluzione della cultura romana in Europa sono dunque molto più prolifici di quanto comunemente si riesca a mettere in evidenza durante i percorsi scolastici o attraverso l’opera di divulgazione del pensiero occidentale.

I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Ok